Lettera dell’AD agli Stakeholder

Andiamo avanti, insieme

Luca Alippi
Amministratore Delegato
EP Produzione S.p.A.

Cari lettori,
questa edizione di Energia, Persone e Passione è il racconto di un anno che la storia ricorderà come uno spartiacque per il ventunesimo secolo. Il 2020 è stato un anno senza precedenti, che rimarrà a lungo impresso nella memoria e nel cuore di chi lo ha vissuto.

La pandemia ci ha messo alla prova, facendo emergere gli squilibri, le disuguaglianze e le incertezze che caratterizzano la nostra società e il nostro tempo e, per difenderci, ci ha costretto a mantenere le distanze, anche dalle persone a noi più care.

Eppure, c’è una speranza: che l’impegno, la responsabilità e l’energia delle persone possano trasformare una crisi in un’opportunità per uscirne meglio di come eravamo prima.

Nelle Centrali di Ostiglia, Fiume Santo, Tavazzano e Montanaso, Trapani, Scandale, Livorno Ferraris, nella sala controllo, negli uffici di Roma e Terni, le nostre persone non si sono mai fermate, neanche nei momenti più bui del primo lock-down, continuando ad assicurare ogni giorno l’energia necessaria al nostro Paese.

Grazie a tutti loro e ai nostri impianti di produzione – efficienti, flessibili e disponibili – abbiamo dato il nostro contributo perché l’energia elettrica potesse continuare ad illuminare le nostre case, alimentare gli ospedali e tutti gli altri i servizi essenziali, ma ha anche reso possibile imparare e lavorare a distanza, comunicare con i nostri cari, anche se in modo virtuale.

Abbiamo assunto ancor più consapevolezza del nostro ruolo nella società, toccando con mano cosa significhi davvero fornire un servizio essenziale per il nostro Paese. E lo abbiamo fatto, come sempre, mettendo al primo posto la Salute e la Sicurezza di tutti coloro che in questi mesi hanno continuato a lavorare per noi e con noi, integrando passo dopo passo le nostre procedure e le misure di prevenzione e protezione per adattarle ai provvedimenti delle Autorità competenti per il contrasto alla pandemia da COVID-19.

Quest’anno abbiamo riscontrato il più lungo periodo di sempre senza infortuni sul lavoro, raggiunto ad agosto con oltre 3 milioni di ore lavorate e 1.000 giorni consecutivi senza incidenti nelle Centrali di Fiume Santo, Ostiglia, Trapani e Scandale. Un grande risultato che testimonia l’impegno profuso con costanza negli anni per promuovere la sicurezza dei nostri impianti e la formazione delle nostre persone.

Gli impianti di EP Produzione sono un elemento determinante dell’identità dell’azienda e contribuiscono anche a quella dei territori che li accolgono. Per le Centrali a gas naturale di Ostiglia, Tavazzano e Montanaso, Trapani, Centro Energia Ferrara sono in corso progetti di sviluppo – oggi in fase autorizzativa – che bene si integrano negli obiettivi del Piano Nazionale Energia e Clima finalizzato alla transizione energetica. Anche per la Centrale di Fiume Santo, seppure a fronte di un quadro regolatorio e infrastrutturale della Sardegna ancora incerto, sono stati avviati progetti di trasformazione per mantenere attivo il sito produttivo anche dopo il termine della produzione a carbone.

Gli investimenti previsti ad oggi superano il miliardo di euro e ci consentiranno non solo di rendere i nostri asset sempre più efficienti ed affidabili, e di ridurre i nostri impatti sull’ambiente ma anche di assicurare un’occupazione duratura e di generare valore per il territorio.

I prossimi anni saranno decisivi per rendere concreta la transizione sostenibile: saranno il libro su cui scrivere, insieme a tutte le nostre persone e i nostri co-interessati (stakeholders), una storia fatta di dialogo, trasparenza e innovazione.

Ci faremo trovare come sempre pieni di energia e passione, pronti ad andare avanti, insieme.

30 giugno 2021

Questo sito utilizza cookie tecnici proprietari e cookie analitici di terze parti per offrire agli utenti una migliore esperienza di navigazione. Cliccando “accetta” autorizzi ad usare i cookie analitici, mentre cliccando “mantieni disabilitati” rifiuti tali cookie.
Per maggiori informazioni, consulti la nostra Informativa Privacy e Cookie Policy.