Centrale di Trapani

Cesare Spreafico

Capo Centrale

Il 2020 è stato sicuramente un anno difficile. La pandemia ha rimodellato il nostro modo di vivere e lavorare: le restrizioni sanitarie, il lockdown, lo stato d’emergenza hanno permesso di apprezzare il valore di ciò che abbiamo sempre dato per scontato ovvero la salute e la sicurezza delle persone, la cura e l’attenzione all’ambiente, la certezza del lavoro.

In questo scenario inimmaginabile, noi tutti ci siamo subito mossi per ridefinire, mediante protocolli, l’organizzazione del lavoro e le procedure gestionali, per garantire a tutti i lavoratori di vivere gli spazi lavorativi in piena sicurezza e con la massima tutela della salute, consapevoli dell’importanza e dell’essenzialità del nostro lavoro per la collettività. La certificazione ambientale ISO 14001 e la registrazione EMAS concretizzano il nostro impegno, come impianto, per la tutela e il rispetto dell’ambiente. In ambito sicurezza abbiamo realizzato il passaggio alla nuova norma con la certificazione per la Salute e la Sicurezza sul posto di lavoro ISO 45001, contribuendo sempre più a rendere i lavoratori parte attiva del miglioramento continuo che da sempre ci contraddistingue

Per citare alcuni esempi di attività, abbiamo completato la messa fuori terra del serbatoio gasolio del diesel di emergenza, al fine di ridurre le potenziali contaminazioni delle matrici ambientali. È in corso la graduale sostituzione dei corpi illuminanti con altri a minore impatto energetico. In campo sicurezza, abbiamo organizzato corsi di formazione inerenti ai pericoli e alla prevenzione degli incidenti domestici, in quanto riteniamo che la sicurezza riguardi tutti gli ambiti della vita di una persona. La centrale è inoltre impegnata in un progetto di efficientamento dell’impianto attraverso la sostituzione degli attuali turbogas con 4 nuove unità in ciclo aperto di ultima generazione, di pari potenza, con un rilevante incremento in termini di efficienza, dall’attuale 33% al 39% circa.

Inoltre, la nuova tecnologia proposta colloca la centrale tra le tipologie di impianto meno impattanti in termini di emissioni da produzione di energia elettrica con turbine a ciclo aperto, in conformità ai più stringenti orientamenti nazionali ed europei. Per tutti i dettagli della nostra attività vi invito a prendere visione dei contenuti di questo documento, auspicando che possano essere di interesse per i nostri stakeholder e per il territorio in cui operiamo, rinnovando la nostra disponibilità ad approfondimenti e confronti costruttivi in merito a quanto presentato in queste pagine.

Questo sito utilizza cookie tecnici proprietari e cookie analitici di terze parti per offrire agli utenti una migliore esperienza di navigazione. Cliccando “accetta” autorizzi ad usare i cookie analitici, mentre cliccando “mantieni disabilitati” rifiuti tali cookie.
Per maggiori informazioni, consulti la nostra Informativa Privacy e Cookie Policy.