Centrale di Trapani

Antonio Doda

Capo Centrale (al 17 agosto 2020*)

*Da tale data il ruolo è ricoperto da Cesare Spreafico

In aggiunta a quanto già indicato dal Direttore Operations, la Centrale di Trapani si è impegnata nel 2019 nell’impostazione di progetti con elevata riduzione dell’impatto sulla sicurezza e sull’ambiente per garantire il controllo continuo e l’eliminazione di potenziali rischi, come la sostituzione del tratto di tubazione interrata del metano con una fuori terra e la messa fuori servizio di un serbatoio interrato di gasolio che verrà realizzata nel corso del 2020. Inoltre, è stata introdotta una serie di attività volte a ridurre l’esposizione al rischio per i lavoratori, come l’eliminazione di particolari di impianto con presenza di sostanze pericolose (lastre rompifiamma nelle passerelle cavi e fibre pericolose nel locale del diesel di emergenza), e a migliorare l’efficienza e la risposta dell’impianto alle esigenze di rete. Lo scopo generale di tutti questi progetti è sempre caratterizzato dal mettere al centro le persone che hanno fatto e faranno vivere il proprio stabilimento, redendolo sempre di più un ambiente sano da tutti i punti di vista, riconoscendosi in alcuni valori condivisi che sono la base della nostra politica: in sintesi il rispetto delle persone e della loro salute e sicurezza.

Auspichiamo quindi che i contenuti di questo documento possano essere di interesse e rinnoviamo la nostra disponibilità ad approfondimenti e confronti costruttivi in merito a quanto presentato in queste pagine.

Trapani, 07 aprile 2020

Questo sito utilizza cookie tecnici proprietari e cookie analitici di terze parti per offrire agli utenti una migliore esperienza di navigazione. Cliccando “accetta” autorizzi ad usare i cookie analitici, mentre cliccando “mantieni disabilitati” rifiuti tali cookie.
Per maggiori informazioni, consulti la nostra Informativa Privacy e Cookie Policy.